Hub in progress: Progetto Giovani Acqui Terme ed Ovada. Percorsi partecipati di sviluppo di opportunità lavorative
News Menu Hamburger

FabLAb

Il progetto “colLABORAzioni”, promosso da Punto Lavoro Impressioni Grafiche scs in collaborazione con diversi partner tra Acqui e Ovada, si prefigge lo sviluppo di nuove opportunità lavorative per i giovani locali, incrementando la capacità di innovazione, soprattutto tecnologica, del territorio. “colLABORAzioni” mira a potenziare le attività di alternanza Scuola-Lavoro e ad allestire e avviare un FabLAb sul comune di Acqui Terme, che possa far convergere i giovani del territorio: in primis gli studenti dell’ITIS Rita Levi Montalcini.

Presentazione del FabLAb

In questi anni, i ragazzi, seguiti dai loro insegnanti, hanno creato svariati progetti per i quali sono stati premiati a livello nazionale ed internazionale (stampante Braille, ecc…). Questa esperienza, unita a quella di alcuni privati appassionati di elettronica e a quella della cooperativa sociale Impressioni Grafiche (da anni impegnata a promuovere processi collaborativi e partecipativi sul territorio dell’acquese), ha dato vita ad un progetto articolato che si propone, oltre al coinvolgimento e alla formazione dei giovani studenti, di interagire con gli imprenditori, gli artigiani e i liberi professionisti.

Lo spazio abbandonato, al piano terra dell’Ex-Istituto Fermi in via Moriondo, concesso in comodato gratuito dal Comune di Acqui Terme, verrà infatti riconvertito, grazie ad una pubblica sottoscrizione e al contributo della Fondazione SociAL, in luogo di sperimentazione, brevettazione e innovazione creativa. Con la sottoscrizione tutti i cittadini avranno la possibilità di contribuire alla ristrutturazione e all’adeguamento dei locali diventandone simbolicamente proprietari morali. I loro nomi diventeranno parte del progetto di design del locale stesso andando a decorarne una parete e saranno segno concreto della volontà di cambiamento della città.

I locali del FERMI ospiteranno il FabLab Collaborazioni per dare vita ad un laboratorio di fabbricazione digitale aperto a tutti, in modo particolare al pubblico interessato ad estendere e/o condividere le proprie conoscenze e competenze sulla fabbricazione digitale e a esprimere la propria creatività. Lo spazio diventerà una vera e propria officina creativa che metterà a disposizione degli utenti le proprie risorse al fine di supportarli nella realizzazione di prodotti, reali o virtuali, da lanciare sul mercato o per qualsiasi altro tipo di utilizzo. È in questo elemento che consiste la vera rivoluzione di questi luoghi di co-working: poter essere liberi e autonomi nel processo di produzione di una propria idea.

Il FabLab, grazie al sostegno della Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2017, offrirà spazi, macchinari e strumentazioni per sviluppare progetti individuali, comunitari ed imprenditoriali per la creazione di prototipi e prodotti. Il FabLab si propone così di creare una relazione culturale e commerciale con la città e il territorio preferendo le maestranze e le aziende locali alla delocalizzazione al fine di aiutare coloro che hanno voglia di reinventarsi come artigiani della contemporaneità, sfruttando il proprio bagaglio d’esperienza e l’attitudine all’innovazione.

La piattaforma iniziale dei promotori vede gli istituti di istruzione superiore Rita Levi Montalcini e Parodi di Acqui Terme, l’istituto di istruzione superiore Barletti e l’istituto superiore delle Madri Pie di Ovada, gli istituti professionali Enaip e Casa di Carità Arti e Mestieri, il comune di Acqui Terme, il comune di Ovada, l’Agenzia per l’impiego di Acqui T. e Ovada, la BRC di Acqui T., la cooperativa sociale Impressioni Grafiche, la cooperativa sociale Oltre il giardino, la cooperativa sociale Azimut, la cooperativa sociale CrescereInsieme, l’associazione dei comuni Suol d’Aleramo che ne è capofila.
La Punto Lavoro Impressioni Grafiche è una cooperativa sociale di tipo B, fondata nel 1996, che ha come obiettivo l’inserimento lavorativo e sociale di persone che si trovano in stato di bisogno, di disagio sociale e di emarginazione. La cooperativa opera nei settori tipografico, editoriale, raccolta indumenti usati, gestione biblioteche e musei, distribuzione riviste. La cooperativa gestisce inoltre dal 2013 il Solimarket di Acqui Terme e di Ovada

Le azioni di tutoraggio della Fondazione SociAL sul progetto si sono concluse nel mese di gennaio 2020